Notizie

Bologna energicamente sostenibile

05/04/2013

Efficienza energetica Informazione Partnership Utenza Comunicazione Partecipazione


Bologna. Una città più efficiente e sostenibile dal punto di vista energetico. L’obiettivo prioritario del Protocollo di Intesa firmato dal Comune di Bologna con numerosi attori territoriali, tra cui l’ACER della Provincia di Bologna, si tradurrà nel corso del 2013 nelle prime azioni in tema di efficienza energetica come previsto nel più ampio Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES). Cosa rappresenta questo Piano per la città di Bologna? Il PAES è “un’opportunità per la città, perché consentirà di programmare e realizzare interventi specifici sulle tematiche energetiche e ambientali a favore della collettività e in grado di stimolare l’economia verde locale. L’occasione per consolidare il percorso intrapreso dal Comune di Bologna verso un modello di sviluppo sostenibile del territorio”. Questo in estrema sintesi quanto si legge sui documenti ufficiali.

La firma sul Protocollo di Intesa era stata apposta in data 26 ottobre 2012 e ora si entra in una fase più complessa e concreta per la realizzazione della “svolta energetica”. Tra le priorità c’è sicuramente l’avvio di servizi per l’efficientamento energetico di edifici pubblici gestiti da ACER e di proprietà dell’amministrazione comunale. Gli strumenti che saranno messi in campo per il raggiungimento di questi obiettivi sono l’isolamento termico degli involucri e la riqualificazione degli impianti.

I sottoscrittori del Protocollo lavorano parallelamente all’organizzazione di eventi finalizzati a sensibilizzare la popolazione residente sull’importanza delle azioni di riqualificazione energetica. Una buona risonanza esterna ha avuto il progetto, in corso di attuazione nell’ambito del PAES, per l’installazione di impianti fotovoltaici sui tetti del Centro Agro-Alimentare di Bologna per una superficie complessiva di 70 mila metri quadri e la produzione prevista di oltre 6 milioni di kWh di energia.

Durante i lavori del Forum di concertazione del PAES sono emerse altre linee di azione significative per il settore immobiliare come la realizzazione di servizi ad hoc per l’efficienza energetica degli edifici residenziali e la sostituzione delle coperture in amianto con pannelli fotovoltaici. Innovativa anche l’ipotesi di sviluppare sul territorio comunale delle vere e proprie “comunità solari”.

 

 

LINK

Visita il sito

 

Articoli Correlati